Crisi delle coppie: riflessioni dello psicoterapeuta

 crisi di coppia La vita di coppia è un’esperienza profonda, piena di momenti speciali, di intense esperienze vissute in comune. Tuttavia, è anche un’esperienza complessa, in cui possono sorgere difficoltà, ostacoli e eventi imprevisti, che possono portare a una crisi di coppia . Nel presente articolo, seguendo il punto di vista della Psicoterapeuta a Torino Dott.ssa L.Pugno, parleremo di queste crisi di coppia, delle loro modalità, delle loro cause. Comprendere i loro perché è il primo passo per iniziare a risolvere un problema di coppia.

Perché al di là delle realtà personali, quelle di ciascuno dei membri, la coppia crea il proprio ambiente, frutto di un’interazione costante e prolungata, convivenza intima, storia e esperienze condivise. Per questo motivo, i problemi della coppia sono anche crisi dell’intera crisi di coppia, che deve essere affrontata da una prospettiva più ampia, che comprende i suoi due membri, quando possibile, piuttosto che individualmente.

Tipi di crisi di coppia

Secondo la Dottoressa Pugno possiamo identificare diverse crisi di coppia, a seconda che siano evolutive o strutturali.

  1. Crisi evolutiva delle coppie: relativa alle difficoltà nel le fasi di transizione, tra uno stadio evolutivo e l’altro (inizio della convivenza, educazione dei figli, ecc.). In questa tipologia, troveremmo le crisi di formazione, crisi del ciclo di vita e crisi del ciclo relazionale .
  2. Crisi strutturale dei partner: correlata non tanto alle fasi evolutivo, ma con l’ineguale distribuzione di potere e risorse, rispettivamente crisi nei rapporti di simmetria e complementarietà.

Avanti spiegheremo ciascuna di queste possibilità. Queste non sono categorie che si escludono a vicenda, piuttosto il contrario. Molto spesso i problemi della coppia sono complessi, poiché sono il riflesso di una simultanea confluenza di diverse crisi, che ci mettono di fronte a uno scenario difficile. Il primo passo è sapere come identificare ciascuna parte del problema, per comprenderne la complessità.

Crisi del ciclo di vita

Allo stesso modo del ciclo di vita delle persone nel Le coppie producono anche cambiamenti legati ai momenti evolutivi di ogni coppia. Cambiamenti che possono portare a una crisi di coppia, che vengono generati o accentuati con il passare del tempo. Ci riferiamo, qui, a diversi tempi di vita attraverso i quali la coppia, o solo uno dei due membri e che può influenzare il tutto, ad esempio:

Gravidanza desiderata o indesiderata  crisi di coppia, ciclo di vita delle coppie

Sterilità: tentativi di fertilità assistita

Maternità: nascita o adozione di bambini

Infanzia e adolescenza dei bambini

Nido vuoto: bambini sono emancipati

Progresso o riorientamento professionale di uno dei membri Crisi professionale o lavorativa perdita di lavoro

Malattia o morte di uno dei bambini, o di un familiare di uno dei partner ( rispettivi genitori)

Pensionamento

Enfermeda d di uno dei coniugi (cancro, fibromialgia, dolore cronico …)

A volte sono coppie che hanno iniziato il percorso in comune fin da molto giovani, fino a raggiungere un punto in quale dei membri, o entrambi, sentono il bisogno di intraprendere un percorso adeguato per scoprire l’identità che fino ad allora era stata fusa nell’altro.

Crisi del ciclo relazionale

L’evoluzione della vita come coppia richiede un adattamento costante ai cambiamenti prodotti dal processo della relazione, che di solito passa attraverso le fasi dell’innamoramento, della convivenza e della cura reciproca. Non si tratta di fasi che avvengono necessariamente in quell’ordine, né consecutivamente, poiché spesso si sovrappongono: l’attrazione che dura col passare del tempo; l’aumento del grado di intimità, interesse, comunicazione, esclusività, simpatia e ammirazione che si prova per l’altro; o la capacità di attenzione, cura, tenerezza, comprensione e impegno che sono in grado di assumere e mostrare nel tempo.

Queste diverse dimensioni, che Manuel Villegas e Pilar Mallor (2010) chiamano Eros, Philia e Agaphe possono coesistere nel tempo. Come quando l’amicizia e la cura si erotizzano, la passione avvicina le anime e non solo i corpi, o la tenerezza e la cura suscitano la fiamma della sessualità oltre la genitalità.

Nonostante ciò, frutto di la sua evoluzione costante, le crisi di coppia possono apparire collegate a un deficit o disaccoppiamento in questo ciclo relazionale. Vediamo alcune di queste crisi di coppia:

– Mancanza di desiderio sessuale (inappetenza o inibizione)

-Delamento e / o infatuazione di una terza persona. Infedeltà,
Eros continua ricerca.

-Cambiamento dell’orientamento sessuale (omosessualità)

-Commital lack

-Lack of comunicazione

-Fracaso del progetto comune

-Rimozione di dalla coppia a causa del lavoro

Crisi dei partner strutturali

Parliamo di crisi di coppia di tipo strutturale per fare riferimento a problemi o conflitti legati alla struttura della coppia. Struttura in termini di potere, la sua distribuzione e le risorse (materiali, psicologiche, sociali …) che ogni membro contribuisce alla relazione. Nel primo caso parliamo di crisi nei rapporti di simmetria; nel secondo, di complementarità.

Le crisi strutturali, quindi, sono considerate da due assi, l’asse del potere e l’asse delle risorse. Parliamo di cosa ognuno di questi concetti consiste nella crisi

 nella coppia strutturale

a) Crisi nelle relazioni di simmetria

Il potere è presente in tutte le relazioni umane, nel seno di relazioni di comunità, tra gruppi, tra amici, anche tra membri della famiglia e, naturalmente, nelle relazioni. Potere in termini di capacità decisionale e dominio della relazione.

Quando parliamo di una coppia di crisi nelle relazioni di potere, ci riferiamo sia alle crisi causate dalla loro distribuzione ineguale, dalla relazione di dominio, dalla sottomissione o dalla lotta in una situazione di uguaglianza, escalation di potere. Alcune relazioni nascono con una chiara disuguaglianza nella loro composizione, mentre in altre, le condizioni per lo squilibrio vengono gradualmente generate. Nei casi più gravi possono verificarsi situazioni di dipendenza e abuso.

b) Crisi di complementarità

La complementarità si riferisce al contributo di diversi tipi di risorse, materiali, sociali, psicologici, ecc. Risorse che ogni membro contribuisce alla relazione e la convertono in una relazione basata sull’abbondanza o, al contrario, basata sulla scarsità, sul deficit. Come nel caso del potere, anche qui si possono verificare squilibri quando si forniscono risorse, che mostrano i particolari deficit di uno o entrambi i membri.

Per risorse possiamo includere risorse intellettuali, economiche, professionali, emotive, sociale, e anche culturale, come interessi e interessi artistici, letterari, musicali e persino sportivi, opzioni politiche ed esistenziali, ecc. Se le risorse che ciascuno contribuisce alla relazione aggiungono o moltiplicano il risultato, sarà una relazione complementare soddisfacente e arricchente che aumenterà l’attrattiva e la coesione della coppia. Se, al contrario, tali caratteristiche sono molto diseguali o incompatibili, le risorse sono scarse su una o entrambe, i deficit personali, emotivi o comportamentali vengono trascinati, generando una relazione di deficit, basata sulla scarsità. Dove si presentano le condizioni per una crisi di coppia

Simmetria complementare

La situazione ottimale per una vita di coppia sana sarebbe quella in cui il potere è distribuito, cioè c’è la simmetria, e allo stesso tempo i suoi membri ottengono una buona complementarità nel contributo delle risorse. Non è, in questo senso, che i due contribuiscono esattamente allo stesso modo, ma che ciò che contribuiscono è equo.

Nonostante ciò, la semplice esistenza di disuguaglianze non deve essere considerata disfunzionale, né dare origine a nessuna crisi di coppia. In effetti, la maggior parte delle coppie “tradizionali” di un tempo erano strutturate sulla base di un’asimmetria complementare, in cui il potere e le risorse erano distribuiti in modo ineguale, ma equamente compensati. L’uomo deteneva il potere economico e sociale, la donna era domestica ed emotiva. Una operazione classica ogni giorno, sì, più difficile da riprodurre, perché le relazioni molto squilibrate portano facilmente a crisi di coppia che influenzano la vitalità della relazione.

Basato sull’articolo Considerazioni sulla terapia di coppia